Utenti online

Da Leuca una gara Fidal per la ripresa

È proprio il caso di dire che si ricomincia “laddove tutto finisce”. Ci troviamo infatti a Santa Maria di Leuca in provincia di Lecce nella parte estrema del “tacco d’Italia”, dove il sole brucia e dove si incrociano i mari Ionio ed Adriatico. La federazione (Fidal..) ha diramato nel corso del lockdown a fine aprile un protocollo per consentire lo svolgimento delle manifestazioni agonistiche. A differenza di quanto accaduto con altri sport, il protocollo si è rilevato essere particolarmente complicato da gestire e gli organizzatori si sono arresi dal provare ad organizzare qualcosa anche valutando i facili dinieghi autorizzativi di enti e comuni. Ancora una volta la regione Puglia si è dimostrata pioniera (non è un caso che il presidente regionale della Fidal sia Giacomo Leone....) ed ha saputo dialogare con credibilità con le istituzioni ottenendo quindi la possibilità di organizzare gare Fidal a tutti gli effetti e con il patrocinio di regione, provincia e comuni.
Ecco quindi questa seconda tappa del Salento Gold 2020, realizzata secondo le nuove richieste: iscrizioni a numero chiuso e con bonifici preventivi, dichiarazione firmata dei partecipanti no-Covid, mascherina nel riscaldamento pre-gara e dopo il traguardo, gara a cronometro individuale con partenze singole ogni 20 secondi, premiazioni riservate solo ai primi atleti e senza pubblico. Insomma tutto si è svolto in condizioni di sicurezza a dimostrazione che “volendo e’ possibile organizzare” così come avvenuto in altri contesti sportivi e non.

La gara: l’Urban trail di Leuca - 7 km - si è rilevato molto duro per essersi svolto su sterrato, rocce ed affrontando centinaia di gradini compresa la celebre cascata monumentale ai piedi del faro, offrendo in compenso però ai 207 partecipanti un paesaggio mozzafiato con i passaggi sopra le grotte del capo di Leuca. La vittoria finale è stata ad appannaggio del campione italiano under 23 di corsa in montagna Pasquale Selvarolo con il tempo di 25.06 mentre tra le donne si è imposta Marta Alo’ in 32.45. Presenti in gara anche i nostri Pasquale Della Torca che ha chiuso in 43.52 e Rossella Pellegrini in 54.07.

Ci auguriamo che anche nella nostra regione si possa tornare presto a gareggiare (sempre che le condizioni epidemiche lo consentino ovviamente....) perché la ripresa ed il ritorno ad una vita normale passa anche attraverso azioni e manifestazioni del genere. LA REDAZIONE - 28 luglio 2020

 

Scarica l'allegato CB1B7D49-518C-482C-BE75-777597CA3503.jpeg

Archivio news