Utenti online

Neapolis marathon and half.....vittoria a metà

nella foto michele pezza

Napoli, domenica 14 novembre: in una tipica domenica “novembrina” con poca luce ma senza pioggia e freddo (se non nella parte finale), si è corsa nel capoluogo partenopeo la “Neapolis marathon and half ”. Chi vi scrive, corre e narra di queste manifestazioni da molti anni e, pur cambiando ed inglesizzandosi le sigle legate al nome dell’evento, alcuni personaggi ed organizzatori che sono dietro la manifestazione, sono gli stessi di molti anni addietro e…..purtroppo il risultato continua a non cambiare. Una regione come la Campania (6 milioni di abitanti…) ma soprattutto una città importante nel mondo intero come Napoli, non può pensare di realizzare una maratona con 244 runners al traguardo…….questi sono numeri da memorial di una frazione di paese!

Sappiamo bene che i numeri sulla 42 km partono da un’organizzazione perfetta o addirittura “scientifica e militare”, impostata 1-2 anni prima con pubblicità, promozione in altre maratone, contatti con i team e le federazioni e cosi via. E per Napoli ancora una volta non è stato cosi’. Grazie al cielo ci ha pensato la mezza maratona, in programma insieme alla 42 km, a salvare l’evento, portando altri 775 podisti al via. Per la cronaca a trionfare sulla 42 km è stato il keniano Kimeli Kisorio in 2.18.38 media 3.17/km ed in campo femminile Clementine Mukandanga del Burundi in 2.33.43. Passando alla 21 km e detto dei 775 runners al traguardo, annotiamo la partenza e l’arrivo su piazza Plebiscito, ed un tracciato - comunque bello - che si è poi snodato dapprima sul lungomare direzione Posillipo, per poi tornare indietro una volta giunti nella zona degli chalet e, nella seconda parte, andando poi a toccare per intero via Marina, con il ritorno passando dietro al teatro San Carlo. Vittoria anche qui per un keniano, Paul Mkungo in 1.03.07 media 3.00/km, davanti al connazionale Tiongik 1.04.38 ed al marocchino Boufars 1.04.51. Tra le donne vittoria per Cavaline Nahimana del Burundi con il crono di 1.12.00, alle sue spalle la keniana Jerotich 1.13.35 e terza la napoletana Filomena Palomba in 1.27.07. Presente in gara anche il nostro Michele Pezza che ha chiuso con il tempo di 2.08.16. LA REDAZIONE - 14 novembre 2021

Archivio news