Utenti online

Si corre in Campania e si riparte da Telese

Telese, domenica 20 giugno: il grande popolo dei runners campani attendeva questo giorno da 16 mesi - l’ultima gara su strada in Campania fu la half marathon di Napoli nel febbraio 2020 - da allora tutto fermo, nel rispetto delle leggi vigenti e con il pensiero continuo a chi ha combattuto un nemico invisibile dal quale fatichiamo ancora a liberarci. Ieri invece possiamo dire che l’atletica su strada, quella con i grandi numeri che solo i master possono alimentare, è ripartita anche nella nostra Regione ed è ripartita con la “garanzia organizzativa” del Trofeo Telesia, giunto alla sua 14° edizione ancora una volta sotto l’egida della Fidal nazionale e IAAF.

Serata calda - nella più consueta tradizione di questa manifestazione - con ben 1118 runners giunti al traguardo sul nuovo tracciato disegnato dagli organizzatori che ha visto l’arrivo nell’anfiteatro Cerro delle Terme. Protocollo anti-covid attuato anche alla partenza ovviamente con le partenze scaglionate prima del gruppo top femminile, poi quello top maschile e quindi tutti gli altri iscritti, che hanno ricominciato quindi a riassaporare i veri ritmi gara difficili da replicare nei mesi di allenamento in solitaria e senza competizioni ufficiali.

La musica all’arrivo non poteva cambiare e quindi registriamo il dominio degli atleti africani che hanno trionfato in campo maschile con l’etiope Girma Taye in 29.11 media 2.55/km, che ha avuto la meglio di soli 4 secondi sull’azzurro Nekagenet Crippa in 29.15 ed il keniano Neakundi 29.16. In campo femminile - 174 donne al traguardo - vittoria etiope con Asefa Kebede in 32.31, davanti alla italo-ucraina Sofia Yaremchuk 33.03 ed all’etiope Woldu 34.38. Parliamo finalmente dei nostri, rivedendo in gara un gruppetto che comincia ad essere più numeroso, con 12 dei nostri al traguardo: 76° assoluto Maurizio Mauro in 37.42 media 3.46/km, quindi Alessandro Di Pace 39.28, Alessandro Ricciardi 41.06, Emma Tedesco 42.13 e 15° donna assoluta, Alessandro Forgione 46.45, Iuliana Moraru 48.18, Tetyana Yaremin 48.21, Mario Mangano 48.40, Gerardo Tarantino 49.00, Anna Ucci 49.48, Manuela Forgione 51.56, Maurizio Vessichelli 56.57. Nella categorie segnaliamo il 1° posto di Tarantino nella SM75 e i terzi posti di Tedesco e Moraru nelle ctg SF40 e SF35. 

Speriamo che davvero la ripresa delle attività nelle prossime settimane sia possibile in ogni città, perchè vorrebbe dire il controllo quasi totale delle pandemia ed il ritornare a riprendersi quindi lo sport essenziale per la nostra vita quotidiana. LA REDAZIONE - 21 giugno 2021

Archivio news