Utenti online

Il cross Telesia country si prende la scena

S.Salvatore Telesino domenica 18 aprile: ancora cross ed ancora nella nostra provincia, per tenere viva la fiamma della passione dei runners campani.

Nello splendido scenario del Parco del Grassano - sito in un’area naturalistica tra Telese e San Salvatore Telesino - chiuso al pubblico da tempo per i motivi legati alla zona rossa della nostra Regione, ha oggi aperto le sue porte e lo ha fatto proponendo una giornata molto bella sia dal punto di vista meteo - temperatura quasi ideale per un cross con un sole luminoso ad irradiare le anime di 166 runners che si sono dati appuntamento in questa manifestazione - il Telesia Cross Country Race gara nazionale Fidal classificata Bronze Level - alla sua seconda edizione, sia per l’organizzazione che ha mostrato la consueta precisione nel curare con stile ed appropriatezza tutti i dettagli della gara.

Ovviamente protocollo anti-covid rispettato in ogni parte, con ingressi vietati al pubblico, partenze scaglionate per slot di sesso e categorie accorpate (ben 4 partenze che hanno occupato la mattinata per intero dalle 9 alle 13.30), obbligo di mascherina per i primi 500 metri e subito dopo l’arrivo e premiazioni solo per gli aventi diritto senza pubblico.

La gara: il programma prevedeva 10 km per gli uomini, 8 km per le donne (27 quelle presenti al via) e 4 km per i giovanissimi. Vittoria in campo maschile per Max Fiorillo che ha vinto senza patemi con il crono di 34.25, davanti a Raffaele Mattiello in 35.58 e Domenico Caracciolo in 36.16. Presenti in gara i nostri Alessandro Ricciardi 24° assoluto in 40.02, quindi Gerardo Tarantino 48.15 e Pasquale Della Torca 48.17. In campo femminile ennesima vittoria sull’erba per Annamaria Capasso in 33.02, alle sue spalle Francesca Maniaci 33.17 ed Alessandra Ambrosio 34.40, da segnalare l’esordio con la maglia APB per la nostra Tetyana Yaremin giunta ottima quarta assoluta in 37.31; complimenti da tutti noi a Tetyana!!

Commovente il ricordo in partenza di Marco Cascone, la cui voce abbiamo immaginato di percepire durante tutta la gara come se ci avesse accompagnato uno ad uno.

Speriamo che questa manifestazione sia prodromica ad una attesa ripresa dell’attività agonistica, per un auspicato ritorno alla “vita vera” per tutti. LA REDAZIONE - 18 APRILE 2021

Archivio news