Utenti online

In 9.000 a Roma per Miguel nel segno della solidarietà

Roma domenica 19 gennaio: 21 edizione della “Corsa di Miguel” la gara podistica su strada di 10 km nata nel 2000 che ricorda la figura di Miguel Benancio Sanchez, maratoneta-poeta argentino desaparecido, scomparso 42 anni fa, vittima della feroce dittatura militare che insanguinò il Paese dal 1976 al 1983. La manifestazione da anni raccoglie il consenso di tantissime associazione no-profit nel segno della solidarietà (aniad, amnesty international, sos italia, asla e tante altre) come tanti sono coloro che partecipano alle 3 manifestazioni in programma, la 10 km competitiva, la 10 non competitiva e la 3 km anti-razzismo, per un totale che ha toccato i 9.000 partecipanti. Giornata meteo più che buona considerando che siamo nel cuore dell’inverno, con un cielo azzurro luminoso a riscaldare i 5.263 arrivati al traguardo sui 10 km competitivi. Tracciato pianeggiante e particolare che ha disegnato una specie di otto sovrapposto con partenza davanti allo stadio dei Marmi e poi tanto lungo Tevere, con giro dei ponti, per poi arrivare all’interno dello stadio Olimpico in un tripudio di suoni ed emozioni. Vittoria assoluta per Luca Parisi con il crono fermato a 30.03 media 3.00/km, davanti a Francesco Bona 30.23 e Tommaso Crivellaro 30.33. Regale il podio femminile con 3 azzurre ad onorare la manifestazione: vittoria per Sara Brogiato in 33.33, quindi Veronica Inglese 33.42 e Laila Soufyane 34.15. Presente in gara un team di atleti APB con in testa Ilenia Nicchiniello, che ha ben figurato sulle strade della capitale, strappando un significativo 39.41 media 3.58/km e chiudendo in 29° posizione assoluta su 1303 donne presenti in gara, quindi Pasquale Spulzo 44.08, Pasquale Della Torca 47.50, Giovanna De Bellis 50.59, Mario De Bellis 51.44, Rossella Pellegrini 55.57. LA REDAZIONE - 19 gennaio 2020

Archivio news